ALAser, un'idea un progetto una realtà :-)

Mar, 02/06/2015 - 23:53

Da una conversazione apparentemente come tante altre, fatta la sera dopo il rientro da una appagante veleggiata, nasceva una intrigante idea su come innovare e sperimentare nuove vele: "... e perchè non una vela rigida per il Laser ?".  Bene, da quella sera sono trascorsi molti mesi e oggi, quella idea, si è trasformata in realtà. Questa mattina presto con il vento leggero e non senza difficoltà, abbiamo armato il laser AGone con il prototipo versione 1.0 del progetto ALAser, una vela rigida divisa in quattro pannelli autoregolanti e abbiamo iniziato i primi test tecnici.  Naturalmente nessuna ambizione da record ma soltanto il desiderio di veder confermate le tante teorie che aleggiano intorno a queste vele ancora poco conosciute. E le aspettative non sono andate deluse! L'ALAser dopo qualche titubanza ha iniziato a esprimere le sue potenzialità facendo camminare la barca oltre ogni aspettativa. Man mano che il vento rinforzava la vela si comportava meglio e sebbene non raggiungesse le performances del Laser radial, in acqua per i necessari confronti, non ha deluso i progettisti, i costruttori e il grande pubblico riunitosi per l'occasione :-)  Naturalmente ancora moltissimo resta da fare e già si pensa alla versione 2.0 ma i buoni risultati riscontrati e la resistenza dei materiali poveri utilizzati, lasciano ben sperare per il futuro. Complimenti ad Antonio per averla progettata e realizzata e compliamenti a Maurizio e Davide che l'hanno coispirata e sostenuto la realizzazione nei momenti critici. A Davide anche il merito del riuscitissimo nome "ALAser" che riassume in sè tutto lo spirito tecnico e goliardico del progetto.

Le impressioni dei collaudatori ufficiali.

dice Maurizio: "Un risultato sorprendente che supera le aspettative, soprattutto per quel che riguarda la facilità di conduzione, anche ben oltre i 10 nodi di reale. Alcuni problemi di instabilità rilevati nelle virate di prua, mentre le temibili abbattute sono addirittura alla portata di neofita, senza il boma che può accarezzarvi il cranio. E' mancato il tempo (e un po' anche la voglia) di provare la scuffia e il recupero, ma rimedieremo presto con una seconda serie di test, possibilmente testando l'ala oltre i 15 nodi. Individuate le criticità e i punti di forza si può, anzi si deve, procedere alla versione 2.0, di cui per ovvi motivi di riservatezza non si può anticipare nulla (a meno che paghiate...)"

dice Davide: "I calcoli strutturali si sono dimostrati corretti, il collaudo sino a oltre i 10 nodi ha mostrato notevole rigidità e resistenza, validando le prove in laboratorio svolte sugli ultimi tecnologici materiali utilizzati per scongiurare il temuto buckling dei leggerissimi pannelli. Da un punto di vista aerodinamico, la versione 1.0 presentava sin dalle prime bozze di progetto una critica posizione del Cv, cosa verificata poi in acqua, segno che anche i calcoli cfd possono essere considerati corretti. Sorpresa positiva per l'ingegnosa soluzione per lo svergolamento della tip alare, sicuramente da riportare sulla 2.0. Per quanto riguarda la conduzione, l'ALAser si è mostrato molto stabile in velocità, con grande propensione all'accelerazione. Con poco vento, le virate e strambate sono un gioco da ragazzi e l'uscita dalla manovra è sempre velocissima. Con più vento, a causa del peso dell'ala e del Cv prossimo al suo Cir, le virate si sono dimostrate critiche per l'instabilità, ma le soluzioni adottate già in acqua infondono grande sicurezza nel team per la soluzione al problema."

 

Quale sarà la prossima sfida con cui misurarci ? Avanti il prossimo !

 

Le foto dell'evento qui. e a breve i filmati.

 

Specifiche tecniche segretissime:

ala rigida alta 4 mt formata da 4 pannelli indipendenti autoregolanti

misure pannello h:1000 mm    l:1115 mm   

peso pannello:1720 gr

profilo NACA08

struttura pannello formata da 3 centine in polistirolo ad alta densità con telaio in tubi plastici a sezione crescente

centina bassa primo pannello laminata in fibra

rivestimento in polipropilene doppio strato

sistema di fissaggio rivestimento a ritenuta meccanica e colla poliuretanica

sistema aggancio di precisione all'albero e raccorderia in ABS progettata e stampata in 3D

ulteriori dettagli tecnici e costruttivi sono coperti da segreto industriale ma se me li chiedete potrei anche darveli :-) antonio